Il “superfood” di Braccio di Ferro si trasforma in vegetale nanobionico

mit-plant-communication_0
Credit: Christine Daniloff/MIT

Gli spinaci non sono più solo un “superfood” per Braccio di Ferro: incorporando nelle foglie dei nanotubi di carbonio, gli ingegneri hanno trasformato queste piante in sensori in grado di rilevare esplosivi.

Questa è una delle prime dimostrazioni dei sistemi elettronici di ingegneria nelle piante, un approccio che i ricercatori chiamano “vegetali nanobionici.”

“L’obiettivo è quello di introdurre delle nanoparticelle nella pianta per dargli funzioni non-native”, spiega Michael Strano, professore di ingegneria chimica al MIT (Massachusetts Institute of Technology) e leader del gruppo di ricerca.

[Leggi l’articolo]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *